Oli e Burri. No, non è una ricetta di cucina!

Oli e Burri. No, non è una ricetta di cucina!

Oggi vi voglio raccontare in modo semplice quello che sono riuscita a capire dopo una ricerca approfondita sugli oli e i burri vegetali

Tutti e due vanno sotto la denominazione di grassi o lipidi vegetali. Questi grassi sono ricavati da piante o parti di esse, come semi, semi germinati, polpa dei frutti eccetera attraverso diversi procedimenti come la spremitura, la pressatura a freddo o l'estrazione con solventi. Le strutture chimiche sono basate principalmente da esteri trigliceridi (non sto a dirvi nello specifico cosa sono perché la chimica non è il mio forte) e da una frazione chiamata insaponificabile che è la parte più pregiata del lipide (quella cosa di prima che fa parte della chimica). Una caratteristica comune a tutti e due è che sono idrofobi cioè non si sciolgono in acqua. A questo punto quale è la caratteristica di queste sostanze? Quando è che il burro è burro e l'olio è olio?

                                                                          
   

Allora, i burri rimangono solidi anche a temperatura ambiente mentre gli oli sono in forma liquida. Ma non finisce qui, gli oli a loro volta, se vengono esposti a temperatura bassa, ad esempio in frigorifero, si solidificano, sono a prevalenza monoinsaturi (acidi grassi con un solo doppio legame tra quelli presenti tra i vari atomi di carbonio, almeno così ho capito, ve lo dicevo che la chimica non era il mio forte!) , mentre se rimangono liquidi anche in frigorifero sono a prevalenza polinsaturi (hanno numerosi doppi legami, questa era più semplice). Nella parte insaponificabile dei lipidi troviamo: - gli idrocarburi come il karitene  nel burro di karité, il laurano nell'olio di lauro, lo squalene nell'olio di oliva e germe di grano, il tocoferolo nell'olio di mais, riso e soia. Fosfolipidi presenti principalmente nella soia, Fitosteroli presenti in moltissime piante anch'essi principalmente nella soia. Alcuni di questi oli, come l'olio di oliva e l'olio di soia spremuti a freddo in modo da mantenere integre tutte le loro proprietà, e il burro di karité sono presenti nella nostra Linea Rinascita.

Detto questo vediamo le proprietà degli oli e dei burri vegetali.

                                                              

Una delle più importanti è sicuramente la capacità di ritardare l'evaporazione dell'acqua contenuta nella nostra pelle mantenendola più idratata e di conseguenza più morbida. Bisogna però stare attenti a non usare oli troppo "occludenti" e "pesanti" che potrebbero causare un accumulo di calore. Ottimi sono l'olio di oliva, mandorla e girasole che lasciano sulla pelle un giusto film e anche il burro di cocco il caprylic-capric trigliceride, coco-caprylate e il dicaprylyl carbonate che hanno un basso potere occludente ma un altissimo potere nutriente. Altra proprietà è quella "ammorbidente"  rendendo la pelle liscia e vellutata riducendo i sintomi della pelle secca. Gli oli migliori sono quelli più fluidi che non appesantiscono la nostra pelle e non ci danno quella sensazione di "unto" sul corpo. La nostra Linea Rinascita è stata pensata proprio per rendere la pelle morbida, liscia e velluta ma leggera e non appiccicosa, una vera coccola di tutti i giorni sul nostro corpo.

 

Se questo piccolo articolo vi è piaciuto e vi abbiamo incuriositi fatecelo sapere nei commenti così possiamo approfondire l'argomento su un singolo olio o burro.


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

Italiano it